Un battito di ciglia

Lo dico sempre, la vita è un battito di ciglia. Ci sentiamo immortali, che nulla possa cambiare la nostra situazione, che siamo intoccabili nelle nostre sicurezze. Ci affanniamo, combattiamo per trovare la nostra strada nel mondo. Ogni tanto arriva il colpo di fortuna, o i risultati della perseveranza (o giustizia a seconda di come la crediate), che ci portano sulla cresta dell’onda più alta che c’è. E su quest’onda si sta bene, eccome… Ci fa dimenticare perfino tutte le altre cose che non vanno quando si ritorna sulla spiaggia, quindi si continua a surfare, ci si diverte, con un gruppo di amici pazzi, un po’ scatenati, ma i migliori per vivere questa avventura. Poi succede che un giorno un lembo di spiaggia si avvicini e sembra voglia inghiottire un bel pezzo di mare. Pensi che nulla sarà mai come prima, che tutto cambierà, e che la buona stella che hai sempre pensato che ti abbia accompagnato se ne sia scappata via in un altro universo. Hai perfino paura a crederci, a parlarne, a raccontare le preoccupazioni a chi ti sta vicino. Ma loro sanno già tutto! Sembra che gli amici ma anche gli sconosciuti riconoscano il tuo momento di grande disagio e facciano del loro meglio per alleviare la tua preoccupazione, paura e dolore. Ovviamente ci sono anche i bastardi, che non mancano mai, invece, per metterci il carico. Ma forse allora la citata giustizia (detta anche botta di c**o) decide che basta negatività, non è il tuo momento di fallire o non te lo meriti. La spiaggia miracolosamente si ritira, con l’aiuto di qualche ingegnere vengono fatte un paio di installazioni per prevenire che avanzi di nuovo, e i surfisti possono festeggiare un bel capodanno al mare con le loro tavole e sulle loro fantastiche onde!

Godiamoci i momenti con chi ci fa stare bene, facciamo quello che ci piace e che ci gratifica, perché di cose che non ci piacciono ce ne sono troppe. Tanto vale godersi quelle belle!

Comments

  1. says

    Pienamente d’accordo su tutto! Cerco di migliorare per essere felice con me stessa (del genere che è meglio puntare alle stelle e mancarle che ad una mucca e centrala), ma senza affanni…godendomi i momenti sereni e coccolandomi, fregandomene dello schifo che mi circonda (e onestamente non ho più la pazienza di perdere il mio tempo con le persone inutili all’umanità) e apprezzando le piccole cose, le piccolissime gioie di ogni momento vissuto.
    Ecco, questo è tutto ciò che auguro anche a te dolce Silvia 🙂
    Un abbraccio dal cuore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *